Istituto Comprensivo di Via Commerciale

ARMENI

Print Friendly, PDF & Email

Progetto TEATRO e MULTIMEDIALIT.À

Anno Scolastico: 2015/2016

Տրիեստի Հայերը   ARMENI A TRIESTE

01 armeni a trieste

 

Durata del progetto: da settembre a giugno (10 mesi)

 

Collaborazione dell’I.C. di via Commerciale con:

Fondazione Filantropica Ananian    ANANIAN logo

Comunità degli Armeni di Trieste

Teatro dei Fabbri  – Trieste

 

Ore di laboratorio di regia, musica, scenografia, danza con la classe III D: 40 ore

 

Spazi utilizzati: aule, palestra, aula computer, locali della scuola in orario curricolare e extracurricolare (pomeriggio) per l’allestimento; Teatro dei Fabbri per le performance (2 repliche)

 

Progetto pedagogico di Elisabetta Gustini

 

Testi e produzione a cura di Elisabetta Gustini e Donatella Gerin

Trucco Gianna Blason

 

con

Aleksic Luka Baret Margherita Bevilacqua Alessia Boglich Gabriele
Bonelli Pietro Borghetto Isabella Buoso Veronica Castaldi Gregorio
Cecchini Gaia Giuliani Giovanni Iavarone Gabriel Indiano Martina
Klemen Martina Longo Marta Masè Giorgia Petronio Licio
Rolfo Afra Scandolo Lorenzo Timpone Lorenzo Tomaselli Noemi
Turco Gianluigi Valea Emanuele Venuti Filippo

 

e con la partecipazione straordinaria di

Adriana Hovhannessian

04 hovanessian testinonianza

Aram Ipekdjian duduk

Mher Sahakyan pianoforte

02 mher e aram

 

 

Chiudete gli occhi e ascoltate.

Poi aprite gli occhi.

Sulla scena vedrete comparire i protagonisti della comunità armena a Trieste dal ‘700 ad oggi: Babichian, Hermet, Ananian, Ciamician, Ettore Fenderl.

Vedrete alcuni dei loro tratti caratteristici e il loro contributo dato alla nostra città.

La scena è il caffè orientale di Garabed Bashian al momento della sua chiusura, nel 1945.

Qui si incontreranno, superando anche le barriere del tempo,

i nostri personaggi e qui verrà data testimonianza anche

del genocidio che ha colpito nel 1915 la comunità armena

in Turchia e di cui si celebra il ricordo il 24 aprile,

Metz Yegern, il giorno del Grande Male.

“Avviene sempre così. Perchè un fatto ci interessi,

ci commuova, diventi una parte della nostra vita interiore,

è necessario che esso avvenga vicino a noi, presso genti

di cui abbiamo sentito parlare e che sono perciò entro

il cerchio della nostra umanità.

È un gran torto non essere conosciuti. Vuol dire rimanere isolati, chiusi nel proprio dolore, senza possibilità di aiuti,

di conforto. Per un popolo significa il lento dissolvimento, l’annientarsi progressivo di ogni vincolo internazionale, l’abbandono a se stessi, inermi e miseri di fronte a chi

non ha altra ragione che la spada e la coscienza di obbedire ad un obbligo religioso distruggendo gli infedeli”.

Per questo vogliamo far conoscere l’Armenia, renderla viva nella coscienza di chi ignora, non sa, non sente.

 

 

 

 

Տրիեստի Հայերը   ARMENI A TRIESTE  Rassegna Stampa

da recuperare

 

 

 

Progetto TEATRO e MULTIMEDIALIT.À: documentazione ai fini della diffusione delle buone pratiche:

VIDEO file ARMENI A TRIESTE video completo

file pdf PROGRAMMA DI SALA

8 FOTO DELLO SPETTACOLO